Contesti d'Arte

Rivista della scuola di specializzazione in Beni storico-artistici dell'Università di Firenze

29 settembre 2017: È online il primo numero di Contesti d'arte

Sommario - Numero 1, 2017

Finalità

Questa rivista è dedicata alle ricerche di storia dell’arte intraprese da giovani studiosi presso l’Università di Firenze, e in particolare presso la sua Scuola di Specializzazione in Beni Storico-Artistici. Essa nasce come un prodotto della Scuola, e dunque del fondamentale terzo livello di formazione, destinato a formare i quadri della tutela del patrimonio culturale, ma è aperta a dottori di ricerca, dottorandi, neolaureati o laureandi che abbiano seguito un percorso di formazione e di maturazione nell’Ateneo fiorentino. Lo spazio sarà integralmente dedicato agli esercizi di talenti giovani e generosi, mentre i docenti dei settori storico-artistici del Dipartimento di Storia, Archeologia, Geografia, Arte e Spettacolo, che ha tenuto a battesimo e finanziato l’iniziativa, si riservano il ruolo di garanti della qualità della ricerca.
La rivista ambisce a diventare non tanto l’organo scientifico di una scuola in senso istituzionale, quanto di una scuola nel profondo senso umanistico del termine: quello di un luogo dove si elabora e si trasmette sapere. Varare una rivista proprio adesso significa per noi non solo ribadire che la storia dell’arte serve alla vita sociale come al progresso della civiltà: ma pure quanto sia viva e in carne, e continui a produrre un costante nutrimento delle menti e un regolare arricchimento della scienza.
L’obiettivo è documentare qualità e varietà delle ricerche generate da quel percorso, e dunque l’efficacia di un laboratorio in cui sia rappresentato il pluralismo di temi e di metodi che in questo momento rende peculiare e unica l’esperienza di studiare – e soprattutto di fare – storia dell’arte a Firenze. Ma anche insistere sulla necessità di leggere le opere nel vivo della cultura e della società del loro tempo, cercando di far sentire il mondo che pulsa dietro ogni opera.
Il confronto e il dialogo tra punti di vista diversi possono ritenersi i principi guida attorno ai quali si articolano la genesi e la crescita della rivista. Che non a caso insiste sul concetto di contesto: ossia tutto ciò che sta attorno all’opera d’arte, l’ambienta e le attribuisce un senso. Esso è fatto di pensieri e parole come di altre opere, luoghi e spazi, perché non vi è opera che si spieghi da sola, anche se è sempre dall’opera che occorre partire. Si fa storia dell’arte quando un’opera è messa in relazione con almeno un’altra, e quando questa relazione apre la finestra su un mondo. Il contesto è dunque anche il discorso sull’arte: chiaro e privo di compiacimenti, documentato e argomentato. La rivista si schiera apertamente in difesa del rigore del metodo, della conoscenza dei materiali di studio, dell’esegesi delle fonti, dell’aggiornamento critico. La sua linea politica, insomma, è il metodo storico.

Redazione

Contesti d’Arte
Rivista della Scuola di Specializzazione in Beni storico-artistici dell’Università di Firenze

Direttore scientifico
Fulvio Cervini

Direttore responsabile
Antonio Pinelli

Direttore della Scuola di Specializzazione
Guido Tigler

Segretario di redazione
Cristiano Giometti

Redazione
Giovanni Giura, Maria Aimé Villano

Comitato scientifico
Sonia Chiodo, Giovanna De Lorenzi, Andrea De Marchi, Lorenzo Gnocchi, Dora Liscia, Maria Grazia Messina, Alessandro Nigro, Donatella Pegazzano, Lucilla Saccà, Tiziana Serena, Paul Tucker, Mara Visonà

La rivista è finanziata da risorse del Fondo Ateneo 2012-2014, di cui sono titolari i docenti membri del comitato scientifico, finalizzato a finanziare ricerche svolte presso il Dipartimento SAGAS dell’Università degli Studi di Firenze

Redazione: Dipartimento di Storia, Archeologia, Geografia, Arte e Spettacolo,
via Gino Capponi 9, Firenze ( cristiano.giometti@unifi.it)

Edizione: Fondazione Memofonte, via de’ Coverelli 2/4, Firenze ( info@memofonte.it)

ISSN 2610-9220