Scheda

Data: 7 07 1852

Mittente: Mussini Luigi

Luogo Mittente: Siena

Destinatario: Duprè Giovanni

Luogo Destinatario: [Firenze]

Tipo Documento: Lettera

Trascrizione: Amico carissimo, eccomi a riparlarti dell’affare Ala. Mi dirai che sono un seccatore e mi manderai in quello ed altri paesi. Ma sai pure che ambasciator non porta pena. Ti dirò dunque che Ala mi scrive ripetendomi che per ultimare la statua di Bartolini egli non può aver fiducia che in te; intende i tuoi scrupoli e questa suscettibilità, tutto quanto un artista come tu dici debba a se stesso. Ma egli mi fa osservare che ti commise il putto dormiente senza averlo veduto, e solo in quanto mia sorella prima ed io dopo gliene dicevamo. Per cui ciò che poi gli gradì poco non fu la esecuzione e merito intrinseco del lavoro, bensì il motivo, e mi fa osservare che infatti di motivi è affare di simpatia, di capriccio e nulla più. Per cui a lui sembra che il tuo giusto amor proprio non abbia di ché adombrarsi, di questo capriccio a riguardo di una opera di cui ti commise una replica prima di aver visto l’originale, ed anzi aggiunge che appunto per lo stesso motivo della varietà dei gusti e delle simpatie, neppure io debba adombrarmi del non aver egli consentito col mio modo di vedere in questo caso. Rinnova perciò a te la preghiera di volere acconsentire di evitare il putto, per quindi fare per lui altro lavoro e soggetto di sua piena soddisfazione. E frattanto ti prega a volere osservare l’impegno di ultimare la statua Bartoliniana. Quando tu ti decidessi per il sì, converrebbe credo non darne sentore a quella gente prima di andare tu dall’avvocato Pini e portarti allo studio Bartolini a constatare lo stato del marmo. Ciò a scanso di marachelle per parte di quel pigmeo che profana lo studio e spera ancora meritar lui ogni cosa. Frattanto aspetto avviso della tua risoluzione, per parteciparla al marchese a meno che tu non lo faccia direttamente. Fino dal dì primo ebbe luogo quella tale deliberazione del Municipio per l’approvazione pro forma della ricordata collocazione del Pio II. Mi raccomandai al Gonfaloniere di parteciparla subito al Prefetto, ciò che deve già aver fatto, e probabilmente già l’affare è a Firenze. Se tu hai mezzo di raccomandare costà con sollecitudine nel rispondere, sarebbe bene il farlo, ché da ciò ora dipende il scriverle presto. Suppongo che la presente ti trovi a Livorno, ma a buon conto la mando a Firenze per maggior sicurezza. Felice te che ti godi le fresche onde del mare. Il caldo ci ha raggiunti anche a Siena. Avrei bisogno di sollievo. Questa mia solitudine artistica mi pesa, mi manca l’elemento artistico vivente. I morti non bastano. Oh perché non siamo vicini di studio! Come per poco! Fummo a San Barnaba! Mi sento impigrire e mancar lena per vincere le difficoltà gli ostacoli di mancanza di modelli ed altre mancanze….Con questa geremiata finisco e ti abbraccio. Voglimi un poco del tuo bene. L’amico tuo Luigi Mussini. Siena 7 luglio 1852

Collocazione: BCI, Lettere autografe di Luigi Mussini allo scultore Giovanni Duprè, materiale non catalogato

Bibliografia: Inedita