Scheda

Data: 27 05 1575

Intestazione: Niccol˛ Gaddi a Bartolomeo Concini

Segnatura: ASF, MP 673, c. 383

Fonte: Molto Illustre Signor mio Osservandissimo, Io rimando con la presente la medaglia che V.S. molto Illustre mi mand˛ per ordine di S.A.S., la quale ho mostra a Messer Domenico de' Cammei, quale credo che sia quello di chi la mi scrive e da lui ritraggo la medaglia essere moderna e di getto, ma ritocca un poco per aiutarla parere di conio e la vernice che ha esserli stata data. Credo ancora che venga da un Cesare Targone vineziano, il quale pare che spesso l'usi di contrafarne. Circa al prezzo, sendo moderna, vale poco. Ho indugiato a rimandarla insino a questo giorno, non avendo saputo trovare occasione pi¨ presta e pi¨ sicura che questa. Imper˛ la mi scusi s'Ŕ tardata troppo, facciami grazia ancora V.S. di dire a S.A. che le medaglie che mi mand˛ sono in mano a Maestro Domenico, che di giÓ ha acconcio il roverscio di uno di quelli medaglioni e come sarÓ finito, subito lo mander˛. E con questo bacio le mani a V.S., alla quale molto mi raccomando, pregandoli da Nostro Signore Dio ogni contento. Di V.S. molto Illustre servitore affezionatissimo Niccol˛ Gaddi. Di Roma il di XXVII di maggio 1575.

Bibliografia: Barocchi-Gaeta BertelÓ 1993, p. 103 numero 104.