Amafrodita

Image

Image

Image

Image

Image

 

XI. Gabbinetto de l’Amafrodita [c. 125]


La Testa di Cromuel sopra la Porta, mandata alla Galleria, come si è in altro logo accennato, da Milord, asserì con lettera al Granduca di essere fatta sei ore dopo che Cromuel era spirato, e certo ad esaminare detta testa da un rappreso che ha sopra il labbro, e altre oculari osservazioni, si conosce che sopra la natura è formata. Ma tutti gli Inghilesi unanimemente sostengono che la morte di Cromuel nessuno la seppe, né mai si è potuto sapere cosa fosse di suo corpo e dove esista. Se si deva credere questo, da un’intera nazione assicurato, oppure alla lettera scritta da tanto personaggio a un Granduca di Toscana, io non lo so decidere.
Un Gallo di marmo greco in atto di combattere, essendo caccie e combattimenti molto in uso tra i Romani ed i Greci, a segno che sopra vi ànno scritto Ateneo e Plinio.
Priapo. Il culto di questa deità cominciò da’ Madianiti... .
Amafrodita.... Questo i poeti, e fra gli altri Iginio, lo fanno figliolo di Venere e Mercurio ed innamorato di Salmace.
Apollo che tira una capra. Questa è una bagattella moderna, senza carattere, senza allusione alcuna, è di pessimo lavoro, e pure il signor Addison ne ha fatta gran stima ne’ suoi viaggi, e la descrive per una delle belle cose della Galleria.
Lo Stipo delle miniature era fatto dal cardinale Leopoldo per ornare il suo Gabinetto di conclave, non potendo stare né senza pitture e pittori, e di poi se ne serviva per i suoi viaggi.
 

 
Joomla SEF URLs by Artio