Collezionismo Estense

Image
La copiosa documentazione, in gran parte ancora inedita, conservata negli archivi estensi di Modena (Inventari e Carteggi) consente di ripercorrere l’eccezionale esperienza collezionistica del cardinale di Ferrara Ippolito II d’Este, in relazione alle sue residenze di Roma (Palazzi del Quirinale e di Monte Giordano) e Tivoli (Villa d’Este).
Le testimonianze successive alla morte di Ippolito (1572) si riferiscono alla dispersione dell’ingente patrimonio dei beni mobili (dipinti, statue, arredi diversi), e aiutano a ricostruire le vicende, tra XVI e XVIII secolo, della difficile gestione di Villa d’Este e del superstite patrimonio cinquecentesco da parte degli eredi, cardinali e principi estensi.
La sezione Descrizione e Guide propone una scelta di testi rari, che fino a tutto il Settecento contribuirono alla fortuna internazionale del monumento tiburtino.

(sezione a cura di: Carmelo Occhipinti)

Last Updated ( Wednesday, 12 May 2010 )
 
Joomla SEF URLs by Artio