Fiamminghi Print

Image

Image

Image

Image

 

XIII. Gabbinetto de’ fiamminghi [c. 126v]


Il quadro di Ercole e Iole, detto di Rubens, sopra la porta de l’uscio che passa nelle Arti, è di Val der Brachen, e si vedrà nel colorito del nudo, che Rubens si è sempre tenuto più bianco.
L’altro quadro ancora sopra la tavola di alabastro orientale, detto le Tre Grazie del Rubens, è di Giovanni Liss, vedendosi chiaramente la diferenza del colorito che passa tra questo e Rubens, essendo questo di colorito debole e mezza tinta, e Rubens sempre forte nelle sue cose.
Carlo Quinto a cavallo da Vandic, che si vede il cavallo che arriva al mare e si spaventa, e l’imperatore sopra imperterri[t]us vi rimane. Dicono i critici che è una espressione falsa, perché un imperatore non deve cavalcare cavallo viziato.
Il Giudizio di Salomone, quadro bello di Van der Werf, ma quasi perduto senza rimedio perché il male viene dalla mestica. Sono stati soliti gli pittori Olandesi di dare una vernice sopra alle loro tele o legni avanti di cominciare a dipignervi, il che faceva parere sui primi anni le loro opere bellissime e lucenti, ma di là a non molto, la vernice comincia a fare diventare nere le pitture e alle volte a ribollire e bruciarle, come ha fatto in questo quadro.
 

 
Joomla SEF URLs by Artio