Scheda

Data: 7 07 1554

Intestazione: Cristofano Dell'Altissimo a Cosimo I de' Medici

Segnatura: ASF, MP 430, c. 356

Fonte: Illustrissimo et Eccellentissimo Signore, Trovandomi al Museo et aver finiti ventisei ritratti per V.E. e quando quella si risolverà ch'io li mandi, subito li manderò e del continovo atendo a llavorare per venire al fine di quelli che V.E. mi ha comesso e se io potessi finire, senza infastidirvi del socoremi alla mia necesità, lo farei volentieri. Ma la morte di mio padre m'ha lascato in calamità troppa grande, avendo debito e mia madre vechia et una sorella e dua nipoti e conviene ch'io dia loro le spese e per questo suplico a V.E. che mi voglia socorere di qualcosa a ciò possa dare del pane a mia madre e di questo io ve ne prego per l'amor di Dio, che oggi fa uno anno ch'io non ho auto niente e di nuovo prego quella che abbi misericordia di me. Che a Dio piacia lungo tempo la feliciti. Di V.S.I. umilissimo servitore Tofano pittore fiorentino. Dal Museo il 7 luglio 1554.
Note. Il 23 ottobre 1656 Tofano invia da Como a Cosimo I una nota delle copie del Museo Gioviano

Bibliografia: Barocchi-Gaeta Bertelà 1993, pp. 5-6 nota.