S.P.E.S.

Studio per edizioni scelte

Fondata nel 1974 da Paola Barocchi in collaborazione con i suoi familiari, la  S.P.E.S. ha portato avanti un programma che Giorgio Zampa – in un articolo de «Il Giornale» del 1976 – definiva «audace e generoso, intelligente e utilissimo». Raffinate edizioni in facsimile di opere rare o inedite e testi storico artistici di rilevante importanza venivano proposti a prezzi relativamente accessibili con una strategia che abbinava una dimensione di altissimo artigianato a rigore scientifico e a precisi, mai banali orientamenti culturali. Si trattava di scelte che non scaturivano da un ozioso indugio su considerazioni di tipo estetizzante, sulla qualità delle testimonianze figurative o sulla raffinatezza degli esemplari, ma erano sorrette da un’esigenza critica che mirava a contestualizzare le fonti e a incrementarne il valore culturale.

La casa editrice, specializzata in edizioni di storia dell’arte e in edizioni musicali, è stata messa in liquidazione per volontà della fondatrice nel 2014. È finita così un’avventura editoriale che si era mantenuta grazie alle scelte coraggiose e rigorose, all’impegno e all’abnegazione di Paola Barocchi. Affidando il marchio alla Fondazione Memofonte, essa ha espresso la speranza che sia possibile, in tempi migliori, proseguire l’attività. Del resto, proprio nella Memofonte, anch’essa «Studio», non più «per edizioni scelte», ma «per l’elaborazione informatica delle fonti storico-artistiche», Paola Barocchi, sempre vigile interprete della realtà culturale, aveva traghettato e ampliato gli intenti di diffusione e messa a disposizione di fonti e ricerche: non più sul supporto cartaceo, ma in versione digitale.

Nell’aprile del 2017 la fondazione ha organizzato una mostra sull’attività della casa editrice

Studi di Memofonte. Numero 19, 2017

Concepito come omaggio a Paola Barocchi, questo numero di «Studi di Memofonte» è idealmente suddiviso in due parti, intrinsecamente e inevitabilmente intrecciate: una dedicata alla ‘studiosa’, principalmente attraverso la sua bibliografia, e l’altra all’‘editrice’, tramite i cataloghi della casa editrice S.P.E.S.

La sezione Studi per Edizioni Scelte, è dedicata all’attività editoriale della casa editrice, di cui è stato ricostruito il catalogo storico sia per la sezione storico-artistica sia per quella musicale. I due cataloghi sono preceduti dai pannelli esplicativi che hanno dato voce alla storia della S.P.E.S. in occasione della piccola esposizione, Quarant’anni di edizioni scelte, organizzata presso la Fondazione nell’aprile 2017, e seguiti dalle testimonianze di alcuni di coloro che, in vario modo, coadiuvarono il suo lavoro e condivisero i suoi intenti, come Giovanna Gaeta Bertelà, Donatella Capresi e Sonia Puccetti Caruso, per la parte storico-artistica, e Paolo Paolini, per quella musicale.

Leggi la rivista

I cataloghi S.P.E.S.

Rassegna stampa sull’attività della S.P.E.S.